La Garfagnana si trova in provincia di Lucca, fra le Alpi Apuane e l'Appenino solcato dal fiume Serchio, ed é un terra dominata da altere montagne e verdi vallate che conserva castelli e borghi medievali, spettacolari grotte, ponti leggendari e suggestive storie di fantasmi.

La Garfagnana è stata teatro di un'infinita rivalità tra signori locali che qui hanno governato nel corso degli anni, hanno stabilito confini, creato comuni e città solo per poi abbatterli e ricostruire nuovamente ed é probabilmente per questo che ha potuto lasciarci in eredità tanti pittoreschi borghi ognuno con la propria cultura, la propria storia, castelli e fortezze.

In queste terre, la natura regala sorprese incredibili, che lasciano a bocca aperta, come l'Orrido di Botri, chiamato il Canyon della Toscana, una gola incredibilmente stretta, con arbusti che crescono sulle pareti, che sono state scavate nel tempo dalle acque di torrenti.

Ci sono le antiche opere dell’uomo come il Ponte della Maddalena, meglio conosciuto come "Ponte al Diavolo", nei pressi di Borgo a Mozzano, un meraviglioso esempio di architettura medievale, realizzato intorno al 1100, in pietra e che attraversa il fiume Serchio e serviva, un tempo, come punto di attraversamento importantissimo per i pellegrini della Via Francigena. Davvero stupefacente é l'arco centrale del ponte che raggiunge i 18 metri di altezza rispetto al livello dell'acqua e sembra davvero sfidare la gravità...

Un'altra meraviglia é l’ Eremo di Calomini, scolpito direttamente nella pietra a proteggere il luogo dove la Vergine Maria apparve ad una giovane pastorella fra le montagne.

Castiglione Garfagnana, antica fortificazione, baluardo difensivo di estrema importanza, è un caratteristico borgo, con una ben conservata cinta muraria all'interno della quale si trova l'antica rocca e  la Chiesa di San Michele.

Barga è uno splendido borgo, da visitare assolutamente se si arriva un questo incredibile territorio, a lungo conteso dalle ricche Lucca e Pisa. Il borgo si é sviluppato come un castello circondato da una cerchia di mura protettive, di cui solo la Porta Reale e la Porta Macchiaia, sono arrivate ai giorni nostri. La città era famosa durante l'epoca medievale per la produzione di fili di seta, grazie ai mulini che sfruttavano l'energia idrica dei ruscelli circostanti. Consigliamo di passeggiare nello storico centro, chiudere gli occhi e lasciarsi catapultare in una dimensione senza tempo, grazie ai suoi palazzi storici come Palazzo Balduini, Palazzo Angeli, Palazzo Pancrazi e Palazzo Podestà, e chiese come quella del Santissimo Crocifisso e la Chiesa della Santissima Annunziata, dove sono conservate prestigiose opere d'arte. 

 

LASCIA UN COMMENTO